[orizzonti] Photosphere Ciregna

Una foto sferica del campo E/G a Ciregna (PC).  21/08/2015  – 7.27

http://bonoweb.altervista.org/jquery/photosphere/ciregna/

 

LibriScuolaPC

LibriScuolaPC è il primo sito completamente gratuito nel territorio Piacentino per comprare e vendere libri scolastici usati al miglior prezzo.

È iniziata come una piccola sfida con me stesso per poter vedere se ero davvero in grado di usare php e mysql per creare qualcosa di utile. Nel tempo libero, pian piano, l’ho costruito assieme alla mano di un amico soprattutto sulla parte grafica. Non è perfetto, ci sono ancora molte cose da fare e molti miglioramenti possibili, ma funziona.

L’idea è di combattere il caro-libri scolastico permettendo a venditore e acquirente di incontrarsi direttamente, senza passare per mercatini o librerie che ricaricano (e spesso di molto) il prezzo dell’usato. E il successo dipende da quanti ragazzi lo useranno per vendere e comprare i loro libri. Vedremo!

www.libriscuolapc.it

Lucky (2001 – 2014)

LuckyÈ difficile spiegare il vuoto che si prova in queste due settimane da quando non ci sei più. Mi hai accompagnato per tutta la mia crescita, e sei stato davvero unico.

Grazie ancora di tutto. Buona Strada, Lucky!

Categorie:pensieri Tag:

Orizzonti – 16 Febbraio

Una nuova piccola rubrica: Orizzonti. Foto scattate in giro per il mondo, o semplicemente per le valli Piacentine. Questa è stata scattata nella invernale domenica del 16 Febbraio, tra Pradovera e Perino

Tra Pradovera e Perino

Tra Pradovera e Perino

 

Categorie:Orizzonti Tag: , ,

Non aprite quel recovery

Sul mio portatile, un Acer Aspire 5745G, ho un dual boot tra Windows 7 e Ubuntu 13.10. Hanno sempre vissuto in pace tra loro, e al boot potevo scegliere se avviare uno o l’altro attraverso la semplice quanto spartana grafica di GRUB:

2014-01-11 12.41.15

Ieri sera purtroppo nella fretta, invece di avviare Windows 7 ho avviato per sbaglio l’opzione appena sopra, “Windows Recovery Environment”. Questo pare essere un tool della Acer per ripristinare il sistema alle condizioni iniziali. Convinto di poter annullare l’operazione appena dopo (come ho fatto dal menu che mi è apparso), ho riavviato il pc per passare alla scelta giusta. Purtroppo GRUB si lamentava di non trovare più le partizioni d’avvio.

Senza farmi prendere dal panico ho avviato un live dvd di Ubuntu per verificare cosa fosse successo, e grazie a GParted ho scoperto che la mia partizione root (/) di Ubuntu era sparita, lasciando invece integra la /home e il resto del disco.

IMG-20140110-WA0001
Il dannato “Windows Recovery Environment” deve aver per qualche sconosciuto motivo cancellato la partizione.
Non avendo nessuna voglia di reinstallare il sistema operativo da zero, ho provato un ultimo tentativo: testdisk.

testdisk è un’utility che permette di recuperare partizioni e file cancellati dal disco fisso. Si usa da terminale ma è molto semplice! In pochi secondi ha ritrovato la mia partizione e l’ha reinserita nella tabella delle partizioni. Al riavvio successivo però Grub continuava a non funzionare. Tornato dal Live Dvd, ho reinstallato Grub usando questa ottima e rapida guida. Al riavvio il mio sistema era tornato, fortunatamente, alla situazione precedente.

Morale: non avviate le partizioni di recovery per Windows. Non si sa che dispetti possano farvi.